E’ ormai un fatto che l’emergenza COVID abbia determinato la necessità di ripensare l’organizzazione del lavoro. Il concetto di smartworking ha fatto breccia nel cuore del dibattito sul futuro della riorganizzazione delle attività lavorative. La grande innovazione riguarda l’autodeterminazione dell’orario: gli smart workers possono decidere quando e quante ore lavorare purché raggiungano gli obiettivi prefissati. Una rivoluzione copernicana: si passa dalla mansione e dal controllo delle risorse al concetto di responsabilità, fiducia e autogestione. Imprese e lavoratori dovranno conciliare produttività e senso di sé, obiettivi e lavoro in gruppo, distanza e condivisione. Uno spostamento antropologico che rimette al centro l’essere umano e non la sua funzione produttiva. BOH è la ricerca di un confronto, di una bussola in questa situazione di incertezza dove non ci sono formule magiche ma soltanto le competenze per affrontare il cambiamento

CONTATTACI